Un modo semplice, veloce, diretto. Per apprendere.

Per tutti coloro che si avvicinano a Vectorworks per la prima volta può risultare fondamentale la comprensione dei concetti chiave di questo programma, unico nel suo genere. Attraverso una serie di videolezioni si è voluto rappresentare un cammino utile a chi ancora non conosce Vectorworks e vuole capirne e provarne immediatamente le potenzialità.
Ogni lezione affronta una tematica definita, partendo dalla presentazione del programma, passando alle impostazioni per arrivare ad esempi di realizzazione, definendo un percorso che permetta di apprendere le basi concettuali per poter procedere in poco tempo in totale autonomia.


Cosa posso realizzare con Vectorworks? Quante versioni di Vectorworks esistono? Quali sono le differenze tra le differenti versioni? In questa lezione scopriamo le basi di Vectorworks.
 
Categorie e Lucidi sono i principali sistemi di classificazione degli oggetti creati: comprenderne il significato e il funzionamento ci aiuta ad entrare nella logica del programma.
 
Orientarsi all'interno di un programma la prima volta può sembrare difficile. Vectorworks offre un'interfaccia semplice in cui ciò che ci serve è sempre a vista e facilmente individuabile.
 

Come si imposta un disegno?
Cosa devo fare prima di partire?
In questa lezione mettiamo a fuoco alcune fondamentali impostazioni nel vasto set di preferenze che Vectorworks ci offre.
 
Come creare oggetti 2D? Che differenza c'è tra Piano del Lucido e Piano dello schermo? Operare con gli strumenti standard e la Barra di Modo ci apre le porte per la realizzazione dei nostri progetti in 2D ma non solo.
 
Continuiamo il nostro percorso attraverso la tavolozza Strumenti Standard, affrontando la creazione di archi, polilinee, poligoni ed altri oggetti. Vediamo anche come operare con semplici esempi di duplicazione.
 

Ci sono tanti metodi per effettuare una selezione, in modo manuale o in modo automatico. Comprendere i vari metodi è importante per affrontare meglio le funzioni di modifica.
 
La modifica di oggetti riguarda diversi campi, tra i quali entra in gioco la tavolozza Attributi. In questa lezione diamo uno sguardo alle modalità di modifica su oggetti bidimensionali.
 
In questa lezione scopriamo a cosa serve la tavolozza Gestione Risorse, un centro di controllo fondamentale per capire come inserire i Simboli e altre risorse.
 

Il testo e le quote sono due temi fondamentali per la corretta comprensione dell'elaborato da presentare, scopriamo come crearli, editarne l'aspetto e gestirne diverse tipologie.
 
Stampare è semplice e possibile anche con i Lucidi design, ma è con i Lucidi presentazione e le Viewport che abbiamo il vero controllo della stampa. In questa lezione capiamo come muoverci.
 
Grazie agli Schemi possiamo personalizzare Vectorworks in base alle nostre esigenze, scegliendo di volta in volta gli strumenti più adeguati al nostro flusso di lavoro.
 

Il formato DWG è diventato uno standard con cui ogni professionista del settore deve poter interagire. Impariamo come gestire in fase di importazione ed esportazione i file con questo formato, dando uno sguardo anche ai miglioramenti introdotti nella versione 2013.
 
Cominciamo ad entrare nel mondo BIM.
I Piani Edificio si relazionano con i lucidi design e ci aiutano ad impostare il pannello organizzazione per una modellazione efficace. Entrano in gioco concetti importanti come quote, elevazione, lucidi standard del piano.
 
Il muro è il primo oggetto che si incontra nella modellazione BIM.
Vediamo come crearlo e modificarlo, intervenendo sui suoi parametri; illustreremo tutte le principali funzioni
che aiutano a svolgere al meglio questo compito.
 

Anche i solai, come i muri, presentano dei componenti interni.
Impariamo a capire come interagiscono nelle fasi di creazione e di modifica. Introduciamo anche il comando per la creazione di Viewport Sezione.
 
Una volta definiti muri e piani, con questa lezione affrontiamo le scale. Attraverso l'inserimento di una serie di parametri creiamo un oggetto 2D/3D che tiene conto delle diverse rappresentazioni ai diversi piani, controllabile in ogni suo aspetto.
 
È possibile avere una interazione perfetta tra i muri e le porte parametriche.
La Porta Architect ci permette il controllo di ogni aspetto di questo tipo di aperture e la loro simultanea modifica in 2D e in 3D.
 

La definizione degli infissi continua con la creazione delle finestre parametriche. Impostazioni simili alle porte e parametri specifici permettono anche allo strumento Finestra Architect di creare ogni tipo di forma o caratteristica richiesta dal progettista, sempre operando con una modalità di tipo BIM.
 
Completiamo la conformazione dell’edificio con le coperture. Vediamo in questa lezione come realizzare Falde, Tetti, Orditure e Lucernari e come effettuare modifiche interattive degli elementi.
 
Approfondire l’utilizzo della tavolozza Gestione Risorse è indispensabile per comprendere come gestire i contenuti dei nostri progetti. Vediamo come usare i Simboli ibridi e gestire le Risorse del progetto e come sia possibile creare automaticamente un oggetto ibrido partendo da un qualsiasi modello 3D.
 

Vectorworks ci fornisce utili strumenti per la comprensione di ingombro e disposizioni di arredi.
In pochi passi vediamo come creare elementi ibridi che integrati con opportuni simboli ci aiutano ad avere una corretta comprensione degli spazi.
 
A volte la progettazione richiede la creazione di forme complesse su geometrie non convenzionali.
La funzione "Matrice 3D su superficie" permette di duplicare oggetti 2D e 3D su forme semplici o complesse.
 
In questa lezione vediamo come gestire il terreno. Creare modelli DTM è importante per confrontare modelli esistenti e proposti, effettuare analisi e offrire una miglior contestualizzazione del progetto.
 

Una volta completato il modello, siamo pronti per impostare la stampa tramite l'ambiente di impaginazione integrato in Vectorworks. È possibile definire le impostazioni avanzate delle viewport, creando prospetti e sezioni, gestendo squadrature. Il nostro elaborato sarà quindi pronto per essere stampato o esportato in formato immagine o PDF.